Un anno di gioia

Efesini 4 : 31

Sia tolta via da voi ogni amarezza, ogni cruccio ed ira e clamore e parola offensiva con ogni sorta di malignità.

Sono cristiano e avverto che sta per manifestarsi un accesso di rabbia; non posso impedirlo ripetendo passi della Scrittura: "Il mio vecchio uomo è stato crocifisso con Cristo", "Sono morto al peccato", perché, successivamente dovrei ammettere che, se fossi davvero morto, non avrei perso il controllo! Recitare semplicemente parole bibliche non produce risultati. La croce di Cristo non deve alleviare i sintomi, ma guarire la malattia. La malattia che fa esplodere la rabbia ha a che fare con il nostro "io". Non troviamo scuse dicendo che siamo focosi per carattere, perché anche chi è calmo può ugualmente perdere le staffe, anche se forse, lo manifesta in modo diverso! Dobbiamo davvero imparare a rinnegare noi stessi ed è qui che la morte di Cristo rivela tutta la sua efficacia. Se il problema del nostro io viene risolto davanti a Dio, allora svanisce anche, di conseguenza, la focosità del nostro carattere.



Meditazione tratta dal libro "Un anno di gioia" di Watchman Nee edito da EUN Editrice Uomini Nuovi (eun.ch)