Verso i monti

2 Timoteo 4 : 8

del rimanente mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione.

Dio controlla l’orologio Molte persone si chiedono: “Dove stiamo andando?” Un attento studioso della Bibbia sarebbe portato a pensare che Dio controlla l’orologio del destino. Nel mezzo della confusione del mondo, la mano onnipotente di Dio si muove, agendo nel suo immutabile piano e scopo; e i regni di questo mondo diventeranno il regno del Signore Gesù Cristo, “Poiché deve regnare, finché ha messo tutti i nemici sotto i suoi piedi” (1 Corinzi 15:25). I comunisti dicono che il tempo e la storia sono dalla loro parte. Ma ignorano il fatto che Gesù Cristo tornerà sulla terra. Lui è in controllo, e ne determinerà il risultato. Se la Bibbia è chiara su qualche punto è questo: “apparirà una seconda volta, senza pec­cato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza” (Ebrei 9:28). Quale deve essere l’atteggiamento del cristiano riguardo al fatto del ritorno di Cristo? Un signore mi ha detto recentemente: “Beh, se il Signore verrà presto, che cosa possiamo mai fare a riguar­do?” Un tale atteggiamento fatalistico non è un insegnamento del Signore Gesù Cristo. Quando disse ai suoi discepoli del suo ritorno sulla terra, disse: “Operate finché tornerò” (Luca 19:13), e “Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà così occupato” (Matteo 24:46). Dwight L. Moody una volta ha detto: “Guardo a questo mondo come ad un vascello vicino a naufragare. La sua fine è sempre più vicina. Dio mi ha detto: Moody, ecco un canotto di salvataggio. Vai e salva più persone possibile prima che la nave affondi”. Se la fine sembrava essere vicina al tempo di Moody, quanto più vicino sia­mo noi al culmine della storia? Se c’è mai stato un tempo più di questo dove dovremmo anda­re e salvare più persone possibile, è adesso. Ecco perché dobbia­mo proclamare l’Evangelo nei centri strategici del mondo ovunque possibile. Crediamo che sia un tempo di gloriosa opportunità proclamare la salvezza e la potenza di Cristo, e dichiarare l’Evangelo contro l’opposizione di ogni falsa ideologia. George Witefield, il grande evangelista inglese, ha detto: “Aspetto ogni giorno la venuta del Figlio di Dio”. Ma non si sedette e smise di fare. Consumò la sua vita nella proclamazione dell’Evangelo di Cristo. Possiamo noi fare di meno?