Un anno di gioia

Apocalisse 7 : 17

perché l’Agnello che è in mezzo al trono li pasturerà e li guiderà alle sorgenti delle acque della vita; e Iddio asciugherà ogni lagrima dagli occhi loro.

Adoro pensare alla Nuova Gerusalemme, non perché ci sia una strada d'oro puro e dodici porte di perla, ma perché ci sarà la presenza del Signore e l'assenza di ogni lacrima. Possiamo morire e trovare riposo in Cristo, ma non stiamo solo aspettando la morte, ma il giorno futuro in cui il mondo non avrà più lacrime. La Nuova Gerusalemme arriverà molto presto e questo mondo pieno di lacrime se ne andrà istantaneamente; in quel giorno il Signore ci darà un corpo risorto. Penso che quel corpo sarà simile a quello che abbiamo oggi, con tutte le membra diverse che ha ora, ma sarà un corpo trasformato e in questo corpo trasformato man­cherà una cosa: lacrime negli occhi. Il Signore ha portato il nostro dolore in modo che possiamo non soffrire di nuovo in futuro. Gra­zie, o Signore, per la prospettiva che ci sta davanti: non più lacrime, per sempre.