Un anno di gioia

Apocalisse 1 : 20

il mistero delle sette stelle che hai vedute nella mia destra, e dei sette candelabri d’oro. Le sette stelle sono gli angeli delle sette chiese, e i sette candelabri sono le sette chiese.

In Apocalisse 2 e 3 ci viene mostrato il Figlio dell'uomo che si muove fra i candelabri e afferma la responsabilità individuale di ognuno verso di lui. I nostri occhi, seguendo i suoi, vedono con prontezza i molti fallimenti nelle chiese, ma abbiamo notato che Giovanni non fa da nessuna parte una distinzione fra le chiese che hanno ragione e le chiese che hanno torto? Nonostante tutte le loro colpe, Giovanni scrive di esse come il Signore stesso ancora le vede, cioè come "sette candelabri d'oro" sette candelabri tutti d'oro. Ciò che Dio fa mediante gli uomini è eterno, non è qualcosa che dura dieci o venti anni. Dio non abbandonerà mai ciò che ha pianificato, per la buona ragione che lui stesso non cambia mai. Una persona che non può permettersi perle vere compera perle finte e sa che sono un'imitazione. Ma per colei che ha le perle vere, non esiste neppure l'idea di indossare perle di imitazione, per lei non ci sono perle vere e perle false, ma solo perle.